Verso l’autunno

Ed arrivò la notte.

Dalla finestra di casa sentiva le persone camminare nel viale poco distante.

Spalancò la finestra per permettere al vento, che soffiava leggero, di entrare.

I primi soffi erano così pungenti da sembrare quasi freddi in una notte che apparteneva ancora all’estate, poi, quelli successivi diventavano più gradevoli, quasi tiepidi.

Il profumo di quell’aria però segnava l’inizio di quell’autunno che non avrebbe tardato ad arrivare, suo malgrado.

Odiava le stagioni fredde, gli ricordavano svenimenti che preferiva accantonare e se avesse potuto scegliere, avrebbe preferito essere sempre svegliato dal sole, per poter ammirare il tramonto dalla stazione, mentre gli ultimi raggi rossastri si scontravano sui binari ormai a riposo donando loro quel colore cangiante da sembrare diamanti.

Con quei pensieri nella testa, chiuse d’istinto la finestra, producendo un terribile fracasso che fece sobbalzare il suo cane in dormiveglia ai piedi della poltrona dove mai aveva osato tentare di salire.

Si mise un giubbino leggero sulle spalle e scese tra la gente nottambula per fare un giro.

I sentori di cibo delle osterie vicine gli facevano tornare alla memoria i succulenti piatti che un tempo, quando era un giovane ragazzo, mangiava dalla nonna la domenica a pranzo, i piatti migliori che avesse mai mangiato nella sua vita.

I rumori delle stoviglie sembravano seguire un ritmo tutto loro, come se i lavapiatti, nel retro di ogni bottega, si fossero messi d’accordo per seguire la stessa sinfonia immaginaria.

Camminava tra i piccoli viali bui e vecchi della sua città, quei luoghi che da piccolo frequentava con amici ormai lontani, e mentre i suoi pensieri volavano liberi come il vento di quella notte troppo buia, un altro giorno stava per ricominciare.

Un giorno in meno ancora d’estate, un giorno in più teso verso quell’autunno che per lui da sempre era sinonimo di malinconia.

#RaccontiBrevi

#PensieriAstratti

#StorieDistratte

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *