Musica

A volte ci si ritrova in bilico.
Ci si ritrova a perdersi tra pensieri contrastanti tra loro.
Si vorrebbero cose e si sognano altre realtà, che forse sono troppo lontane da quello che siamo, da quello che abbiamo o, più semplicemente da quello che ci sentiamo.
Ci si trova sperduti in qualcosa che forse è più difficile di come lo immaginavamo.
Abbiamo bisogno di qualcosa per restare in piedi, mentre tutto sembra lasciarsi andare sotto i nostri piedi.
Ed è qui che entra in gioco lei, con le sue parole, i suoi accordi e quelle ritmiche che riescono a scuotere anche i cuori più distrutti da un mondo che forse non era proprio quello che si era scelto per sé stessi.
Arriva lei, la musica. E tutto ricomincia a brillare, e tutto può ricominciare.
Grazie di cuore #Modà

Attimi

Cammino.
Tra gli alberi illuminati dagli ultimi raggi di sole autunnale.
Le foglie sono di un colore che spazia dal giallo al rosso acceso, come fuoco.
Strano pensiero, forse un pò mio, ma sembra quasi che gli alberi vogliano ringraziare il sole per la sua luminosità. Riportando su di loro i colori che il sole gli ha donato per tutta l’estate che è trascorsa.
Il silenzio attorno è quasi magico. Solo lo scipitìo delle foglie sotto i piedi infrangono la tranquillità di un momento.
Attimi di natura autunnale che rimangono nel cuore.

Tempi moderni

Accendere il pc come di consuetudine,
aprire uno dei programmi grafici che si è soliti usare e lasciare che la fantasia si sposi con quelle che sono le richieste di chi anche oggi ci ha concesso la possibilità di creare qualcosa che comunichi.
Intanto la musica di sottofondo ispira quelle che da semplici idee diverranno immagini.
Ispirando testi, colori ed emozioni.
Bello potersi tuffare in un luogo diverso ogni volta che qualcosa ci viene richiesto.
Entusiasmante è poter cogliere in ogni richiesta un desiderio, una realtà diversa.
Poi stupirsi di essere portatori di una forma di speranza, quella che hanno tutti coloro che offrono qualcosa, speranza di poter rimanere a galla in un periodo ormai grigio per tutti.
Il mondo del grafico, saper valorizzare talvolta qualcosa che non sempre si può esaltare da solo.
Saper cogliere il bello anche dove questo sembra mancare o nascondersi a chiunque.
Ed intanto la musica scorre, tra i giri di un vinile che riporta ad anni lontani, in epoche mai vissute ma che si sentono dentro.
Epoche capaci di smantellare ogni orgoglio e vanto fatuo dei nostri tempi, quelli cupi e grigi che chiamiamo tempi moderni.

Quello che arriverà

Una sola foglia pendeva da quell’albero che in estate era di un verde radioso.
Come le sue compagne si preparava per un lungo inverno.
Quanto sole avrebbe portato l’inverno? Questo si domandava l’albero ormai spoglio.
Tutti i suoi ricordi più belli della stagione passata erano legati a quella foglia solitaria che da verde era diventata di un giallo miele.
Dolci come esso erano i ricordi, e così, con i suoi pensieri più sereni si preparò per il riposo.
Attendendo la prossima primavera.